Restauri Opere d’Arte

Mercoledì 7 dicembre, ore 17

Istituto Mazziniano – Museo del Risorgimento, Via Lomellini 11

DSC_0002In occasione delle Giornate Mameliane, edizione 2011 viene presentato al pubblico un altro piccolo ma significativo passo sulla strada del recupero e valorizzazione del patrimonio monumentale della nostra città, ovvero il restauro del modello in gesso del monumento a Giuseppe Mazzini di Giulio Monteverde, realizzato nel 1874 per il monumento in marmo eretto in Plaza de Roma a Buenos Ayres.

Il grande gesso raffigurante Giuseppe Mazzini fa parte delle sessantacinque opere donate dagli eredi dello scultore al Comune di Genova nel dicembre del 1919 e destinate alla Galleria d’arte Moderna; nel 1934 fu trasferito a titolo di deposito al Museo del Risorgimento – Istituto Mazziniano, in occasione dell’inaugurazione della nuova sede nella casa natale di Giuseppe Mazzini in Via Lomellini., dove è tuttora conservato e visibile al pubblico.

L’intervento è stato finanziato dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri – Unità Tecnica di missione per il 150° anniversario dell’Unità d’Italia, che ha accolto e fatto propriaCSC_0007 una motivata proposta, frutto di un lavoro congiunto della Direzione Valorizzazione Istituzioni, Patrimonio Culturale,Parchi e Ville, Rapporti Università Ricerca del Comune di Genova (Galleria d’Arte Moderna di Nervi e Istituto Mazziniano – Museo del Risorgimento) e della Soprintendenza per i Beni Storici Artistici ed Etnoantropologici della Liguria. I lavori sono stati eseguiti dal restauratore Axel Nielsen di Genova, sotto l’Alta Sorveglianza della Soprintendenza medesima.

Il recupero va a collocarsi tra gli interventi promossi dall’Unità Tecnica di Missione per il 150° anniversario dell’Unità e già realizzati, a Genova e in Liguria.

A Genova in particolare sono stati restaurati il monumento ai Mille di Quarto di Eugenio Baroni, il monumento a Raffaele Rubattino di Augusto Rivalta, quello a Giuseppe Mazzini di Pietro Costa, i quattro busti di Villetta di Negro, dedicati a Giuseppe Cesare Abba, Antonio Burlando, Aurelio Saffi e Antonio Mosto.

Visualizza le altre opere

Leave a Reply

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.