Mutuo Carige: Condizioni Previste e Tassi di Interesse per i Clienti

Muto Carige è uno strumento creditizio che consente di ottenere la liquidità necessaria per diverse esigenze. In particolare consente di acquistare la casa dei propri desideri, effettuare un intervento di ristrutturazione e di richiedere la surroga di un mutuo sottoscritto presso altri istituti. Vediamo nel dettaglio le condizioni, costi e garanzie da presentare.

Mutuo Miglior Casa

Mutuo Miglior Casa è un prodotto pensato per chi vuole acquistare la propria casa oppure per effettuare un intervento di ristrutturazione. Consente di ottenere la surroga per cui il vecchio mutuo viene gestito da Carige con la possibilità di definire nuovamente le caratteristiche e accedere a un tasso più conveniente. Permette di ottenere fino a un massimo del 80% del valore dell’immobile che viene fissato da una perizia effettuata da un tecnico indicato da Banca Carige. Il periodo di ammortamento può arrivare a una durata massima di 30 anni a patto che vengano rispettati alcuni vincoli sull’età anagrafica del beneficiario al momento del pagamento dell’ultima rata.

Il tasso di interesse può essere variabile oppure fisso. Il tasso fisso, indicato per chi vuole avere la certezza di un importo mensile che non cambia nel tempo, parte da un Tan dello 0,70% e Taeg 1,20% e dipende dall’importo che viene richiesto e dalla durata del periodo di ammortamento. Al momento della sottoscrizione del contratto, viene calcolato il tasso e quindi l’entità della rata mensile. Con il tasso variabile ovviamente l’importo mensile può cambiare in ragione delle oscillazioni di un indice. La banca prevede comunque uno spread commerciale, da sommare all’indice, a partire dallo 0,45% e con il Tan che non può essere inferiore allo 0,45% mentre il Taeg nella migliore delle circostanze è dello 0,95%. I valori appena indicati fanno riferimento al caso di un mutuo necessario per coprire il 50% del valore della casa mentre se si arriva all’80% dell’immobile, lo spread commerciale previsto per il tasso variabile parte dallo 0,65% e il Taeg base è dell’1,10%. Stesso discorso per il tasso fisso che in caso di un importo che andrebbe a coprire l’80% del valore della casa, ci sarebbe un Taeg almeno dell’1,40%.

mutuo carige
Mutuo Carige

Mutuo Carige Giovani

Il Mutuo Carige Giovani ha sempre come principale finalità mettere a disposizione le risorse necessarie per l’acquisto, la ristrutturazione oppure per richiedere la proroga. Tuttavia il mutuo è pensato esclusivamente per beneficiari che al momento della sottoscrizione del contratto hanno età anagrafica inferiore ai 35 anni. Inoltre ci sono delle differenze per quanto riguarda la gestione del piano di ammortamento che prevede nei primi tre anni delle rate più leggere, il che potrebbe essere utile soprattutto se si tiene conto delle tante spese da sostenere per l’acquisto dell’arredo e per altre esigenze. In aggiunta il beneficiario in caso di difficoltà economica oppure per questioni private, può richiedere e ottenere la sospensione delle rate per un massimo di tre volte. Il finanziamento può coprire sempre fino a un massimo del 80% del valore dell’immobile con la possibilità di dilazionare il piano di ammortamento per una durata massima di 30 anni.

Mutuo Giovani non prevede una differenziazione dell’entità del tasso rispetto alla percentuale di importo richiesto dal beneficiario. Ovviamente è possibile sia pensare al tasso variabile sia a quello fisso. Con la prima opzione il tasso viene calcolato ogni mese con uno spread commerciale di 0,65%, il che significa che il Taeg sarà almeno dell’1,10%. Il tasso fisso che invece viene calcolato e mantenuto tale per tutta la durata del periodo di rimborso, ha un Tan minimo pari a 0,90% e un Taeg minimo dell’1,40%.

Mutuo Carige

Mutuo Carige è una terza opzione che viene messa a disposizione dalla banca per chi vuole disporre della liquidità necessaria per dar avvio al cantiere per la costruzione della propria casa. In questo caso il finanziamento verrà comunque fissato con un importo massimo del 80% però sul progetto che dovrà essere verificato dopo un attento sopralluogo dal perito indicato dalla stessa banca. Per il beneficiario c’è ugualmente la possibilità di scegliere il tasso variabile e il tasso fisso per una valutazione che deve essere fatta in base al caso specifico. Infine, da sottolineare che per avere concrete possibilità di ottenere il mutuo, è necessario presentare soddisfacenti garanzie finanziarie. In particolare, in caso di lavoratore dipendente va allegata alla richiesta la copia dell’ultima basta paga, in caso di lavoratore autonomo e libero professionista l’ultima dichiarazione dei redditi trasmessa telematicamente all’Agenzia delle Entrate e il cedolino per i pensionati. C’è la possibilità di ottenere il mutuo in assenza di reddito a patto di avere al proprio fianco un garante in possesso di importanti credenziali finanziarie.

Leave a Reply

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.