Fondo Est: Cos’è e come Funziona, come Iscriversi e Ottenere i Rimborsi

Se sei un operatore del settore Commercio o Turismo, avrai sicuramente sentito parlare del Fondo Est ma non ti è chiaro di cosa si occupa precisamente e come accedervi. Di seguito cercheremo di fornirti le indicazioni principali sul funzionamento di questo fondo, qual è la modalità di iscrizione e come poter richiedere i rimborsi.

Attivo dal 2006, il Fondo Est è un fondo gestito dall’Ente di assistenza sanitaria integrativa del Commercio, del Turismo, dei Servizi e dei settori affini che ha come finalità principale quella di garantire ai suoi iscritti la possibilità di ottenere dei trattamenti di assistenza sanitaria integrativa, in aggiunta alle prestazioni previste dal Servizio Sanitario Nazionale. Nato da un accordo tra le organizzazioni confederali dei sindacati e delle imprese dei settori coinvolti, è diventato parte integrante del Contratto Collettivo di Lavoro dei settori economici indicati in precedenza ai quali si è aggiunto successivamente anche quello farmaceutico. L’aspetto importante è che si tratta di un organismo che non persegue alcuna finalità di lucro, circostanza ulteriormente confermata anche dalla natura giuridica che è quella di associazione non riconosciuta.

Quali sono le categorie di lavoratori che possono accedere al Fondo Est

Per accedere al fondo è necessario appartenere a determinate categorie di lavoratori e possedere specifici requisiti. Possono accedere alle prestazioni sanitarie integrative i lavoratori facenti parte del Contratto Collettivo dei settori del Terziari, del Turismo, delle Aziende Ortofrutticole e Agrumarie e delle Aziende Farmaceutiche Speciali. Circa la forma di contratto, possono essere iscritti i lavoratori a tempo indeterminato, determinato con contratto superiore a 3 mesi e gli apprendisti. L’iscrizione è automatica se l’azienda per la quale si presta la propria attività lavorativa risulta già iscritta al Fondo.

Prestazioni Fornite

Sono diversi i servizi di assistenza sanitaria integrativa forniti dal Fondo Est. Preliminarmente, è garantita la tutela per gli interventi con carattera di urgenza, le prestazioni sanitarie di routine e tutti gli accertamenti necessari per identificare determinate patologie.

La tutela è estesa anche alle spese per interventi chirurgici, eseguiti sia in strutture pubblice che private, in seguito a malattie o a infortuni. Questa forma di assistenza è estesa anche a tutto ciò che è necessario nel periodo precedente e successivo l’intervento per un arco temporale di quattro mesi. Solo per citare alcune delle tutele maggiormente presenti ti segnaliamo gli interventi per cure dentali che prevedono estrazioni o applicazioni di impianti, prestazioni per il parto e la maternità e coì via. Altre coperture garantite sono quelle previste per la riabilitazione in seguito a condizioni fisiche conclamate.

Come richiedere il rimborso delle spese sostenute

Nei casi in cui il dipendente di un’azienda iscritta al Fondo Est sostega delle spese sanitarie, può richiederne il rimborso dietro esibizione della documentazione comprovante la spesa sostenuta. La richiesta dovrà essere inviata alla sede di Roma per spese sostenute in relazione a maternità, fisioterapia, ausili medici, presidi ortopedici e agopuntura, mentre in tutti gli altri casi alla sede di Bologna. Le richieste di rimborso per le spese sostenute devono essere richieste entro il termine di 1 anno. L’importo mediamente corrisposto oscilla intorno ad una percentuale del 75% dell’importo pagato.

Leave a Reply

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.