Conto Corrente Postale: Cos’è, come si Apre, Tipologie e Differenze rispetto al Bancario

Sempre più persone cercano di ottimizzare le spese dei vari servizi a cui devono accedere e, tra queste, quella relativo al conto corrente per effettuare versamenti e pagamenti è una voce che deve essere presa in considerazione. La concorrenza nel settore bancario non ha portato, salvo alcuni casi, ad un’offerta realmente conveniente, per cui molti risparmiatori hanno optato per una nuova soluzione: il conto corrente postale.

Di seguito ti elencheremo le sue principali caratteristiche, le modalità di apertura e le sue principali differenze rispetto ad un tradizionale conto corrente bancario.

Conto corrente postale: caratteristiche e modalità di apertura

Già da qualche anno Poste Italiane ha cambiato quella che era la sua attività di core business, passando dalla semplice fornitura di servizi postali ad un’offerta molto ampia di servizi e strumenti finanziari. Tra questi si colloca il conto corrente postale che rappresenta una valida alternativa allo stesso rapporto finanziario intrattenuto con la banca. Dopo un periodo iniziale in cui il prodotto ha dovuto “carburare” il bouquet di servizi proposti è diventato sempre più simile a quello della banca, con modalità operative allo sportello oppure online.

Per fare in modo che il conto corrente sia rispondente alle tue esigenze e a quelle di molti altri risparmiatori, Poste Italiane ha cercato di avvicinarlo quanto più possibile al conto corrente bancario con la possibilità di emettere assegni e di effettuare prelievi e versamenti attraverso una carta magnetica denominata Postamat. In definitiva, avrai a disposizione complessivamente gli stessi servizi che riceveresti con un conto corrente bancario.

Ma come fare ad aprire un conto corrente postale?

Se decidi di aprire un conto corrente postale, preliminarmente è necessario che tu abbia la maggiore età e che non sia mai stato dichiarato fallito. Presso la filiale di un ufficio postale o direttamente dal sito web potrai reperire tutte le informazioni sulle varie tipologie di conto disponibili. Una volta scelto quello più confacente alle tue necessità, dovrai recarti allo sportello munito di un documento di identità in corso di validità e del codice fiscale.

Qui dovrai firmare una serie di moduli ed effettuare il primo versamento che permetterà, oltre all’attivazione vera e propria del conto, anche di assicurare l’operatività sullo stesso. Esiste anche una tipologia di conto corrente postale la cui apertura può essere eseguita online, spedendo successivamente i documenti e i moduli firmati tramite posta.

Vantaggi dei CC Postali

Fin dalla sua nascita, il conto corrente postale si è dimostrato più conveniente rispetto al suo concorrente bancario dal punto di vista economico. Normalmente infatti non sono previste spese di gestione o canoni mensili e le commissioni su alcuni tipi di operazioni sono ridotti. Il rovescio della medaglia di questa convenienza economica sta nel fatto che non tutti i tipi di servizio sono garantiti. Ad esempio la domiciliazione di alcuni tipi di utenze è previsto solo verso determinati enti convenzionati con Poste Italiane. Altro esempio è dato dalle carte di prelievo che possono essere utilizzate solo presso gli ATM postali o gli assegni postali che non sono accettati da tutti.

Si tratta però di conti correnti più sicuri rispetto a quelli bancari in virtù del fatto che l’ente Poste Italiane ha minori possibilità di incorrere in un fallimento rispetto ad una banca. Tale circostanza è ulteriormente avvalorata dal fatto che Poste non aderisce al Fondo Interbancario di Tutela del Depositi. In definitiva, quindi, se da un lato il conto corrente postale presenta una maggiore convenienza economica rispetto a quello bancario, è meno flessibile rispetto all’offerta di servizi bancari.

Leave a Reply

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.