Classifica Banche Italiane: le Migliori e più Sicure del 2018

Quando si parla di banche italiane sicure si tende a supporre che queste abbiano tutte un grande indice di affidabilità oppure che queste, colpa anche dell’attuale situazione economica italiana, non lo siano assolutamente. Ebbene vediamo come si trova una banca sicura e quali sono gli enti italiani che in questo 2018 si sono contraddistinti per massima affidabilità.

A dettare i criteri che permettono di trovare quel tipo di banca sicura e affidabile sotto ogni punto di vista è la Banca Centrale Europea, che ha reso note le direttive che consentono di identificare quelli che sono i parametri necessari per poter effettivamente identificare il tipo di ente che riesce a rendere maggiormente sicura una banca.  Per trovare la banca italiana sicura devi prendere in considerazione il Cet 1, ovvero il capitale di cui dispone la banca e che potrà essere utilizzato immediatamente dalla stessa, il Tier1 che consente di conoscere quelle che sono le diverse azioni di risparmio messe da parte dalla stessa banca e l’indice TCR, ovvero il Total Capital Ratio che indica il rapporto che vi è tra il capitale della banca e le attività di rischio della stessa.

Questi indici sono stati accompagnati da una percentuale che, se raggiunta, indica il massimo livello di sicurezza e affidabilità della stessa banca. Il TCR deve assestarsi su una percentuale pari al 10,5% mentre il Cet 1 deve raggiungere una percentuale minima pari all’8,5%: ovviamente questi dati possono subire delle leggere variazioni in base al tipo di obiettivo che deve essere raggiunto da parte della stessa banca e quindi potrebbero esserci delle diverse modifiche alle due percentuali basilari indicate da parte della BCE.

La prima banca maggiormente affidabile in Italia

In base a queste percentuali è stata creata una lista delle banche maggiormente affidabili presenti sul suolo italiano, le quali sono state in grado di contraddistinguersi in maniera altamente positiva nel corso del 2018 ma anche degli anni precedenti. La prima banca che spicca per maggior affidabilità nel corso del 2018 è il gruppo Mediolanum che ha incrementato ulteriormente gli indici nel corso dell’ultimo biennio, riuscendo quindi a contraddistinguersi in maniera ottimale rispetto alle altre banche.

In questo caso devi sapere che già nel corso del 2017 Mediolanum aveva fatto riscontrare un buon incremento dei tre parametri fondamentali: nel 2016 il valore del Cet 1 era pari al circa 19%, il quale aveva raggiunto un punteggio pari al 20,40% durante il corso del 2017. Ma nel 2018 il Cet del gruppo Mediolanum ha fatto un ulteriore piccolo salto di qualità, seppur l’anno sia ancora in corso: secondo gli ultimi dati si parla di una percentuale del 21% che, seppur rappresenti un lieve incremento, ha fatto in modo che questa banca potesse riuscire a contraddistinguersi in modo positivo come ente bancario maggiormente affidabile.

Anche gli altri indici hanno registrato un incremento abbastanza importante: il Tier 1 è salito al 20,40 % e lo stesso vale per l’indice TCR, che riesce a offrire una sicurezza superiore rispetto agli indici registrati da parte degli altri enti bancari che invece si sono dovuti accontentare di percentuali meno elevate ma comunque rassicuranti.

Le altre banche sicure in Italia

Se il gruppo Mediolanum non dovesse rappresentare la tua prima scelta, potrai puntare anche su altri enti bancari che hanno fatto registrare un buon dato positivo che non deve essere sottovalutato e che riesce a offrirti quella sicurezza nel momento in cui decidi di investire il tuo capitale in una di queste banche. Al secondo posto, nel 2018, è presente la Banca Popolare, che supera di diversi punti le percentuali minima e in maniera particolare il Cet 1 si assesta sul 14,85% e lo stesso vale per il Tier 1 mentre si parla del 19% circa per quanto riguarda l’indice TCR.

Anche il gruppo bancario Credem ha registrato degli ottimi dati, con circa quattro punti percentuali in più rispetto le percentuali basilari mentre devi tenere in considerazione che Intesa San Paolo, seppur rientri nelle banche sicure e superi i diversi indici basilari, sta vivendo un periodo non proprio ottimale e ha avuto un lieve calo rispetto agli anni passati.

Leave a Reply

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.